Sicurezza lavoro: Confael, necessaria cultura generale della prevenzione

28 Apr, 2022 | Comunicati Stampa

Marrella, subito strutture adeguate per i cambiamenti in atto nei luoghi di lavoro e nel modo di lavorare

 

Roma, 28 Aprile 2022 – “In Italia è necessario incentivare una cultura generale della prevenzione degli infortuni sul lavoro che crei una responsabilità condivisa”. Lo afferma, in una nota, il Segretario Generale della Confael, Domenico Marrella ricordando la Giornata Mondiale per la Salute e Sicurezza sul Lavoro.

”Oltre alla prevenzione più efficace per i rischi da tempo conosciuti – spiega Marrella -, stiamo assistendo a profondi cambiamenti nei nostri luoghi di lavoro e nei modi di lavorare. Abbiamo bisogno di strutture per la sicurezza e la salute che riflettano questi cambiamenti, insieme a una cultura generale della prevenzione che crei una responsabilità condivisa”.

Il leader della Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori evidenzia, inoltre, come i cambiamenti demografici siano importanti “perché i giovani lavoratori hanno tassi di infortunio sul lavoro significativamente elevati, mentre i lavoratori più anziani hanno bisogno di pratiche e attrezzature adattive per lavorare in sicurezza”. Per Marrella, quindi,  “le norme internazionali del lavoro e la legislazione nazionale devono essere rafforzate, cosa che richiederà una maggiore collaborazione tra governi, datori di lavoro e sindacati”.

Il Segretario Generale della Confael evidenzia poi che “oltre al costo economico, dobbiamo riconoscere l’incommensurabile sofferenza umana che deriva da malattie e incidenti. Questi sono ancora più tragici perché sono in gran parte prevenibili. Si dovrebbe anche prendere seriamente in considerazione – conclude Marrella – la raccomandazione della Commissione Mondiale dell’OIL sul Futuro del Lavoro, che chiede che la sicurezza e la salute sul lavoro siano riconosciute come diritto e principio fondamentale sul lavoro”.