Il sindacato nazionale Confael riunitosi  a Fiuggi nei  giorni 21 e 22 maggio, durante i lavori del consiglio nazionale, nel ricordo di Falcone, Borsellino e degli uomini e delle donne di scorta periti  23 anni fa, afferma Domenico Marrella segretario generale Confael, ha esaltato il valore dell’antimafia, purtroppo sinora abusato ad appannaggio esclusivo di associazioni come Confindustria Sicilia lambita da indagini sul sistema politico –affaristico- mafioso  ad opera di coraggiosi magistrati e forze dell’ordine.

Per il sindacato Confael, la mafia può essere sconfitta. Non più a parole ma con i fatti, sostiene Marrella. Questo traguardo potrà essere raggiunto riaffermando il primato della  vera legalità contro l’associazionismo di maniera, contro parti di politica e burocrazia conniventi che  imperversano a tutti i livelli dello stato, delle regioni, degli enti locali.

Valgono sempre meno, continua Marrella, le espressioni di cordoglio di quella politica che potrebbe fare molto e invece dolosamente si attarda ad assumere provvedimenti in favore delle forze dell’ordine e della magistratura, in materia di mezzi ed organici.

Nella partita tra stato e anti stato per il sindacato Confael è lo stato  che deve vincere nella lotta alla mafia. Ma lo stato vincerà, afferma Manlio Cardella segretario nazionale Confael con delega sindacale, solo affrancando il paese dal bisogno in cui si trovano milioni di famiglie senza lavoro ne assistenza sociale, di imprenditori senza più attività, strozzati dalle banche, di precari e di giovani costretti ad emigrare  non solo alla ricerca di un lavoro  ma anche per acquisire un dignitoso  e spendibile titolo di studio.  Auspichiamo che gli avvenimenti  attuali siciliani contribuiscano a far maturare una coscienza culturale  collettiva sula valore e l’importanza della legalità e della cultura antimafia.

Occorrerà prendere definitivamente nettamente le distanze, conclude il segretario generale Marrella, da tutti coloro che hanno sin qui abusato dell’importanza della cultura antimafia per fini associazionistici, financo personali.

Ufficio Stampa